Infliximab: documentate reazioni avverse in corso di terapia con i biologici

Nuova segnalazione in letteratura riguardante gli eventi avversi o le cause d'interruzione di una terapia con i biologici.

Lo studio è stato condotto su un campione di 575 pazienti con artrite reumatoide e trattati con infliximab un farmaco utilizzato anche in dermatologia per il trattamento della psoriasi.

Solo 346 soggetti hanno portato a termine lo studio mentre ben 158 persone lo hanno sospeso, la maggior parte di loro per motivi legati alla sicurezza del farmaco, e 71 hanno abbandonato i controlli periodici previsti durante il follow-up-

Gli eventi avversi, si sono verificati soprattutto all'inizio della terapia, durante i primi 6 mesi, e hanno riguardato la comparsa di infezioni, soprattutto tubercolosi, oppure reazioni conseguenti all'infusione del farmaco, più frequenti durante le prime 26 settimane di terapia.

Lo studio della durata di 74 settimane è stato condotto da Isabelle Delabaye.

I pazienti sono stati trattati con infliximab (3 mg/kg) alla settimana 0, 2, 6 e in seguito ogni otto settimane.

Sono sempre più numerose le segnalazioni sugli eventi avversi dovuti ai trattamenti con biologici, eventi che raramente vengono relazionati nelle sedi congressuali ove, invece, vengono sempre più decantati i benefici e le possibili applicazioni off-label. Una panacea!

In rete i pazienti avevano già da tempo iniziato a discutere tra di loro sulla reale efficacia di tali trattamenti e sul costo beneficio per la persona.

Sicuramente non si tratta di un nuovo caso Raptiva ma vogliamo ancora una volta sottolineare l'importanza di discutere insieme di Salute 2.0 per condividere informazioni che a volte rischiamo di passare inosservate.

di Alessandro Martella

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con gli amici

Commenti

Tutti i commenti sono moderati: può passare qualche tempo fra l'inserimento e la pubblicazione.

17 agosto 2011 - 20:02 | di kikiandy

Zero risultati o benefici a carico del paziente (neothigason, infliximab, remicade, ciclosporina, e lampadehv) mia moglie durante la somministrazione di uno dei prodotti citati in particolare infliximab ha ceduto a 2 arresti cardiorespiratori, la cosa puzza, in quanto già sapevano, per cui avevano iniezione di adrenalina per tori, la cosa mi ha offeso, parecchi operatori si nascondono, ma è solo oggetto di studio, meglio noto come discorso CAVIE.

Gli unici risultati con beneficio è stato omeopatia, nonostante i ritardi sulla perfezione del prodotto, parola di un rettore universitario. La psoriasi così si può curare.

27 settembre 2011 - 12:39 | di Alessandro Martella

@kikiandy,

mi spiace per sua moglie ma mi dissocio dai suoi facili consigli. La psoriasi è un problema complesso e la soluzione non è nell'estrarre la carta giusta e fortunata dal mazzo.

Lascia un commento

  • Lascia un commento. Non è consentito l'uso di codice HTML








massimo 2000 caratteri

Si prega di rispondere alla seguente domanda per confermare che il commento non sia spam:



I commenti sono soggetti a moderazione: non saranno pubblicati immediatamente ma dovranno essere approvati dallo staff di Myskin.

Elenco dei post

Cerca nel sito

la newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle novità in campo dermatologico (nel pieno rispetto della normativa sulla privacy):


Consulto specialistico

Se hai problemi di salute o hai dubbi sul corretto percorso diagnostico iscriviti al forum e chiedi un consulto informativo gratuito ad un medico specialista, oppure cerca un dermatologo in tutta Italia.

I post del blog più letti
i test di valutazione

Sai come prevenire le più comuni patologie dermatologiche? come abbronzarsi senza rischi? sai tutto sul melanoma? Mettiti alla prova, è utile e divertente!

gli argomenti più cercati
La parola: Sebo

Secrezione lipidica, costituito principalmente da colesterolo, squalene, acidi grassi, gliceridi...