Macchie della pelle: cosa fare e non fare

Cosa fare quando compaiono delle macchie sulla pelle? E' vero che se sono asintomatiche sono meno preoccupanti? La loro comparsa è sempre il segno di una malattia infettiva?

Tante le possibili risposte ma poi rimane il dubbio.

Non esistono linee guida ma è possibile stilare delle indicazioni per la loro gestione critica e consapevole.

Sono comparse delle macchie sulla pelle: che fare?

La pelle quando subisce un insulto fisico, chimico, biologico, reagisce e a volte cerca di difendersi diventando rossa, desquamando e magari sviluppando prurito in corrispondenza della macchia.

La manifestazione iniziale prende il nome di «lesione elementare primaria» mentre la sua evoluzione favorisce la comparsa delle «lesione elementare secondaria». Ad esempio la ferita è quella primaria e la crosta quella secondaria. A volte manifestazioni apparentemente simili possono riferirsi a patologie completamente differenti: malattia infettiva oppure infiammatoria.

Sospettare una micosi

E' una malattia contagiosa che si può contrarre da un soggetto affetto, da un animale o dall'ambiente. Una o più chiazze di forma circolare oppure ovalare, finemente desquamanti e pruriginose possono destare il sospetto di micosi.

Una micosi può manifestarsi in caso di contagio:

  • «umano» - si verifica solo se è presente un contatto diretto (pelle-pelle) o indiretto (usare un asciugamano infettato precedentemente)
  • «animale» - il contatto avviene con il pelo di un animale ammalato che generalmente presenta una caduta in chiazze del pelo
  • «ambientale» - la frequentazione di palestre, piscine, e non solo, può favorire l'infezione. In questi casi, un soggetto è a rischio di contrarre la micosi, solo in caso di macerazione cutanea o di piccole ferite sulla pelle che ne alterano la funzione barriera

Non azzardare una diagnosi

L'aspetto delle macchie può essere fuorviante e a volte confondente. Ad esempio, la Pitiriasi Rosea di Gilbert in fase iniziale può essere confusa con una micosi. La prima non è infettiva, è autolimitante (guarisce da sola) e non necessita di nessun trattamento, tranne il caso in cui sia presente il prurito. La seconda, invece, necessita di antimicotici per un'adeguata guarigione. Eppure, entrambe possono avere delle chiazze apparentemente simili!

Non ricorrere all'automedicazione

I farmaci topici applicati sulla pelle vengono sempre assorbiti e possono modificare l'aspetto iniziale della macchia. Inoltre, spalmare ripetutamente pomate e creme a caso sulla pelle lesa può favorire la comparsa di dermatiti irritative da contatto o allergiche, complicando ulteriormente il quadro clinico, oltre a modificarlo.

Non usare il rimedio della nonna

Chi non ha mai ricevuto un consiglio, un rimedio casalingo per risolvere subito quello che sembra una semplice macchia della pelle? I rimedi della nonna rischiano di ritardare la diagnosi e il trattamento di una macchia che può peggiorare e complicarsi ulteriormente.

Non sottovalutare

A volte si pensa che se la macchia è asintomatica non è preoccupante ma non sempre è vero. Un melanoma in fase iniziale è sordo e muto! Eppure gioca allo scoperto sulla nostra pelle. Impariamo ad osservare la nostra pelle e soprattutto se uno dei nostri nevi aumenta di dimensioni e cambia aspetto. I nevi non sono dei tatuaggi, nascono, crescono e si modificano.

Non domandare su internet nei social network

Rappresentano un fondamentale e importantissimo mezzo di comunicazione di massa per lo scambio delle informazioni. Però la descrizione anche particolareggiata di una manifestazione cutanea per chiedere un parere agli utenti del web non è sufficiente a fornire a chi legge tutte quelle informazioni che nascono dal «vedere» e «sentire» la macchia.

Credo che, allo stato attuale dei mezzi e delle conoscenze, Internet può rappresentare un mezzo decisivo per monitorare il decorso oppure chiedere ad altri la loro esperienza sull'evoluzione della stessa malattia, ma insufficiente per formulare una diagnosi.

Consultare il medico

Decisivo. Potrà sembrare scontato ma solo la visita dal proprio medico curante, e se necessario dal proprio dermatologo di fiducia, consente di formulare una diagnosi certa. Il prurito, le lesioni da grattamento, il rossore, le croste sono tutti elementi della scena di un crimine da cogliere, interpretare e giudicare ad occhio nudo o con gli esami strumentali per formulare la diagnosi.

La pelle è l'unico organo che possiamo individualmente osservare ogni giorno. Indicare una strada di comportamento è il compito del professionista per sensibilizzare l'importanza della prevenzione.

di Alessandro Martella

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con gli amici

Commenti

Tutti i commenti sono moderati: può passare qualche tempo fra l'inserimento e la pubblicazione.

26 novembre 2008 - 19:41 | di Paola

molto interessante anche questo articolo, mi stò facendo una cultura leggendo questo sito

18 febbraio 2011 - 22:16 | di angela

Salve volevo sapere: mio padre del 1950 ha sulla parte destra della gamba delle piccole macchie che provocano prurito, quindi si infiammano e diventano rosse; queste si sono estese vicino al ginocchio, volevo sapere cosa potrebbe essere e quali esami bisognerebbe fare, visto che il medico ancora non risolve.

23 febbraio 2011 - 06:45 | di Alessandro Martella

@angela,

non credo sia possibile fornire indicazioni sulle indagini che tuo padre dovrebbe eseguire. Penso sia più corretto che si sottoponesse ad una visita dermatologica anche perché nel tuo commento non hai specificato se il medico che lo ha in cura per questo problema è quello di medicina generale oppure un dermatologo.

25 marzo 2012 - 21:22 | di ciro

Salve ho questo tipo di macchie su braccia,una gamba , ma tutto è partito dlle mani che sono screpolatissime e noostante sia andato più volte dal dermatologo che mi ha prescritto antibiotici, creme e bagnoschiuma pe i funghi (così dice), non scompaiono e ormai sono più di 2mesi.
Cosa posso fare?
grazie

30 aprile 2012 - 14:14 | di castien

ho una screpolatura sulla mano destra sanguinante....e delle macchie sulla coscia destra ..interno coscia...macchie di color roseo con forme irregolari che si son estese giu alla caviglia e sui piedi ..ho anche prurito.......

22 maggio 2012 - 11:45 | di ALESSANDRA

Salve volevo sapere perchè ho delle macchie sui zigomi e come posso curarle. Mia madre ha delle macchie sulle braccia tipo lieviture come posso curarle dove posso indagare. Mio figlio ha in testa un esquame di forfora come posso curare e quale schampo mi consiglia. Mio marito ha pitioriasi .Il medico curante gli da sempre crema al cortisone è in cura da 18 anni ha fatto anche delle lampade il primo mese sono sparite dopo questi anni non andando al maree inmensa, poi si gratta in condinuazione e molto spesso alle gambe li esce il sangue anche parecchio . GRAZIE MI AIUTI STIAMO PAGANDO TROPPE VISITE IN UTILE E SIAMO DISOCCUPATI. CIAO BUON LAVORO. GRAZIE DI ESISTERE.

25 maggio 2012 - 00:37 | di Alessandro Martella

@ciro, @castien e @Alessandra,

immagino il disagio ma mi spiace tramite internet e soprattutto in questo modo, dopo una vostra descrizione non è possibile nemmeno formulare un'ipotesi. Per quanto possa sembra logicoe scontato è indicata la consulenza dermatologica.

02 giugno 2013 - 18:11 | di chiara

ho macchie post acne . Ho letto di diverse creme. Vinoperferct, Rastyl, Melascreen, Neostata. Quale utilizzare. Ho pelle molto grassa

13 giugno 2013 - 18:25 | di Alessandro Martella

@chiara,
non credo che il problema sia individuare la crema ideale per tali macchie ma prima di tutto capire esattamente che tipo di macchie sono presenti sulla pelle, eventualmente le cause e poi definire l'approccio migliore.

20 luglio 2013 - 16:33 | di roberta

certo il medico è un'ottima soluzione, ma generalmente possono anche non risolvere e farti spendere un mucchio di soldi e basta...sono andata a 2 dermatologi per l acne alla fine non si può risolvere definitivamente solo il tempo può...e ora ho tante macchiette sulla schiena, braccia e come se non bastasse sulle cosce! disagio assoluto al mare! ormai ci ho rinunciato di parlare con i medici anche per una questione economica!!

04 ottobre 2013 - 23:03 | di Marta

Sono stata dal dermatologo, perche' avevo sulla schiena e sulle braccia della piccole macchie che davano un fastidioso prurito. Diagnosi: prurigo nodularis
E' vero che non si guarisce da questa malattia?
grazie
cordiali saluti

06 ottobre 2013 - 11:28 | di Alessandro Martella

@Marta,

la prurigo nodularis spesso è una patologia ostica da trattare e spesso se la causa che induce il paziente a grattarsi non viene identificata l'iter terapeutico diventa impervio.

Sper che nel suo caso, il dermatologo abbia avuto modo di condurre gli accertamenti necessari per escludere tutte le cause organiche che potrebbero essere alla base del problema.

07 novembre 2013 - 21:09 | di Efisio

Salve, da qualche giorno ho delle macchie di forma circolare nei piedi, la particolarità di queste è che sono ben delineate nella loro forma ma non chiuse, cioè tipo una C , leggermente rialzate e la pelle all'interno non si presenta arrossata, col passare della giornata mi causa prurito e anche dolore, secondo lei è un fungo? Grazie mille.

11 novembre 2013 - 11:31 | di Alessandro Martella

@Efisio,
la tua descrizione è molto particolareggiata ma non sufficiente a formulare un'ipotesi. Ti consiglio di rivolgerti ad un dermatologo

14 febbraio 2014 - 10:59 | di monica

buongiorno, il mio problema è la presenza credo di un fungo che si mostra a chiazze rosse proprio sullo sterno in mezzo ai seni...con la sudorazione tende a peggiorare mala cosa piu' fastidiosa è che nonostante cure i sporanox a livello orale o di miclast e ora pevaryl nn va via o comunque se accade tende a ripresentarsi nel breve termine.Il tutto è iniziato questa estate,curato si è ripresentato sotto natale...ho notato una correlazione con sospensione del diane...magari è legato a problemi ormonali che alterano il ph del sudore?grazie.

14 febbraio 2014 - 11:22 | di Alessandro Martella

@monica,
difficile ipotizzare di cosa si possa trattare. Non escludo, però che potrebbe trattarsi di una dermatite seborroica. Credo sia utile una consulenza dermatologica per una diagnosi di conferma

14 luglio 2014 - 06:34 | di giselle

buongiorno a volte mi compaiono delle macchie sopra il seno dietro la schiena nelle dita delle mano una in particolare lindice parte sopra inizia a gonfiare tanto e la pelle si apre come una cicatrice che un po sanguina cosa significa e il mignolo mi si gonfia nel interno del dito come se fosse geloni

17 luglio 2014 - 23:31 | di Alessandro Martella

@giselle,
spero che tu abbia avuto modo di consultare un dermatologo per una diagnosi di certezza

Lascia un commento

  • Lascia un commento. Non è consentito l'uso di codice HTML








massimo 2000 caratteri

Si prega di rispondere alla seguente domanda per confermare che il commento non sia spam:



I commenti sono soggetti a moderazione: non saranno pubblicati immediatamente ma dovranno essere approvati dallo staff di Myskin.

Elenco dei post

Cerca nel sito

la newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle novità in campo dermatologico (nel pieno rispetto della normativa sulla privacy):


Consulto specialistico

Se hai problemi di salute o hai dubbi sul corretto percorso diagnostico iscriviti al forum e chiedi un consulto informativo gratuito ad un medico specialista, oppure cerca un dermatologo in tutta Italia.

I post del blog più letti
i test di valutazione

Sai come prevenire le più comuni patologie dermatologiche? come abbronzarsi senza rischi? sai tutto sul melanoma? Mettiti alla prova, è utile e divertente!

gli argomenti più cercati
La parola: Bolla

Lesioni cutanee caratterizzate dalla raccolta di liquido sieroso o siero-ematico di dimensioni superiori ad 1 cm...